CERCA OSPITALITA IN FAMIGLIA


Iscriviti sul nostro sito compilando l'apposito form, sarai contattato da un nostro funzionario per fissare il primo colloquio.

E' possibile iscriversi solo se in possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità

INFORMATIVA RESA AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO EUROPEO 679/2016 (GDPR)
Ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento Europeo 679/2016 (GDPR), il Titolare del trattamento adotta misure appropriate per fornire all’interessato tutte le informazioni di cui agli articoli 13 e 14 (contenuto informativa) e le comunicazioni di cui agli articoli da 15 a 21 (diritti dell’interessato) e all’articolo 34 relative al trattamento in forma concisa, trasparente e facilmente accessibile, con un linguaggio semplice e chiaro.
Ai sensi del Regolamento Europeo 679/2016 e del D. lgs. 196/2003 (Codice Privacy), come modificato da ultimo dal D. Lgs. 101/2018 (disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento UE 679/2016), si fornisce la seguente informativa.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO DEI DATI
Il Titolare del trattamento dei dati è il Comune di Ravenna, con sede in Piazza del Popolo 1- 48121 Ravenna, nella persona del Sindaco.
DPO (DATA PROTECTION OFFICER)
Il DPO (responsabile per la protezione dei dati) è individuato nella figura di Lepida S.p.a., contattabile all’indirizzo mail gdpr@lepida.it.

MODALITÀ, FINALITÁ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO
I dati personali acquisiti saranno trattati, con strumenti informatici e/o cartacei, nel rispetto dei principi stabiliti dalla normativa vigente (in particolare art. 5 del GDPR: principi di liceità, correttezza, trasparenza, limitazione delle finalità, minimizzazione dei dati, esattezza, limitazione della conservazione, integrità e riservatezza, responsabilizzazione) e con modalità idonee a garantire la riservatezza e la sicurezza dei dati.
Il trattamento dei dati conferiti con la presente istanza è finalizzato allo sviluppo del procedimento amministrativo per:
– l'iscrizione all’albo delle famiglie accoglienti [artt. 34-35 del DM 18/11/2019; art. 13 L. 47/2017; art. 5 L.R. Emilia-Romagna 2/2003; artt. 16-17 della L.R. 27/1989; art. 16 della L. 328/2000; art. 6, comma 2, del D.Lgs. 286/1998; L. 184/1983 e successive modifiche ai sensi della L. 149/2001; artt. 9-11-14 D.Lgs. 142/2015; art. 2 L.R. 13 dicembre 2013 n. 24; art. 38 del DPR 445/2000; art. 65 D.Lgs. 82/2005; DGR 1904/2011]
Il trattamento di dati appartenenti a categorie particolari così come definite dall'articolo 9 del GDPR avverrà secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge e per le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite dal Comune nel rispetto di quanto stabilito dall'articolo 9 del GDPR e dall'articolo 2-sexies del D.Lgs. 196/2003, come modificato dal D.Lgs. 101/2018.
Ai sensi dell'art. 6 comma 1 paragrafo e) del Regolamento, il trattamento è necessario per l'esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all'esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Comune di Ravenna.

FACOLTATIVITÀ DEL CONSENSO
Il conferimento dei dati personali è necessario per l’esecuzione di un compito di interesse pubblico o connesso all’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il Comune di Ravenna e non necessita del consenso dell’Interessato. Il conferimento di questi dati non ha natura obbligatoria. Il mancato conferimento dei dati necessari a rendere il servizio può comportare l’impossibilità di usufruire dei servizi di cui alle sopraindicate finalità.

AMBITO DI CONOSCIBILITÀ DEI DATI
I dati personali potranno essere conosciuti, entro i limiti previsti, dai Responsabili del trattamento, i quali sono individuati nelle figure dei dirigenti, ciascuno per le rispettive competenze, i cui nominativi e contatti sono consultabili all’indirizzo (https://famiglieaccoglienti.comune.ra.it). I dati personali degli interessati potranno altresì essere conosciuti da dipendenti del Comune appositamente istruiti dal Titolare a compiere operazioni di trattamento, come disposto dal comma 4 dell’art. 32 del GDPR.
I dati personali, diversi da quelli ricompresi nelle particolari categorie di cui all’art. 9 del Regolamento e di quelli relativi a condanne penale e reati di cui all’art. 10 del Regolamento, potranno essere comunicati totalmente o in parte, qualora necessario, ad altri uffici del Comune di Ravenna e ad altri soggetti pubblici se previsto da disposizioni di legge o di regolamento in ossequio da quanto previsto dall'articolo 2-ter del Codice Privacy.
I dati personali appartenenti alla categoria dei dati particolari, come definiti dall’art. 9 del Regolamento, nonché i dati di cui all’art. 10 dello stesso, non potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici.

TRASFERIMENTO DEI DATI PERSONALI
Il Titolare del trattamento non effettua trasferimento di dati al di fuori dell’Unione Europea.

CONSERVAZIONE DEI DATI
I dati conferiti saranno conservati per un arco temporale non superiore al raggiungimento delle finalità previste.

DIRITTI DELL’INTERESSATO
L’Interessato può, alle condizioni previste dal Regolamento, esercitare i diritti sanciti dagli articoli da 15 a 21 del Regolamento stesso.
In particolare all’Interessato è garantito l’esercizio dei seguenti diritti:
- diritto di accesso: ai sensi dell’articolo 15 del Regolamento, che prevede il diritto dell’Interessato di ottenere conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano e, in tal caso, di ottenere l’accesso ai suoi dati personali, una copia degli stessi e la comunicazione, tra le altre, delle seguenti informazioni: a) finalità del trattamento; b) categorie di dati personali trattati; c) destinatari cui questi sono stati o saranno comunicati; d) periodo di conservazione dei dati o i criteri utilizzati; e) diritti dell’Interessato (rettifica, cancellazione dei dati personali, limitazione del trattamento e diritto di opposizione al trattamento); f) diritto di proporre un reclamo; g) diritto di ricevere informazioni sulla origine dei suoi dati personali, qualora essi non siano stati raccolti presso l’Interessato; h) l’esistenza di un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione ove venisse effettuata;
- diritto di rettifica: ai sensi dell’articolo 16 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere, senza ingiustificato ritardo, la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano e l’integrazione dei dati personali incompleti;
- diritto alla cancellazione (c.d. diritto all’oblio): ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere, senza ingiustificato ritardo, la cancellazione dei dati personali che lo riguardano quando: a) i dati non sono più necessari rispetto alle finalità per cui sono stati raccolti o altrimenti trattati; b) l’Interessato ha revocato il consenso e non sussiste alcun altro fondamento giuridico per il trattamento; c) l’Interessato si è opposto con successo al trattamento dei dati personali; d) i dati sono stati trattati illecitamente; e) i dati devono essere cancellati per adempiere un obbligo legale; f) i dati personali sono stati raccolti relativamente all’offerta di servizi della società dell’informazione di cui all’articolo 8, paragrafo 1, del Regolamento. Il diritto alla cancellazione non si applica nella misura in cui il trattamento sia necessario per l’adempimento di un obbligo legale o per l’esecuzione di un compito svolto nel pubblico interesse o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
- diritto di limitazione di trattamento: ai sensi dell’articolo 18 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ottenere la limitazione del trattamento, quando: a) contesta l’esattezza dei dati personali; b) il trattamento è illecito e l’Interessato si oppone alla cancellazione dei dati personali e chiede invece che ne sia limitato l’utilizzo; c) i dati personali sono necessari all’Interessato per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria; d) l'Interessato si è opposto al trattamento in attesa della verifica in merito all'eventuale prevalenza dei motivi legittimi del titolare del trattamento rispetto a quelli dell'Interessato; - diritto alla portabilità dei dati: ai sensi dell’articolo 20 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di ricevere dal Titolare, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da un dispositivo automatico, i dati personali che lo riguardano e di trasmetterli a un altro Titolare senza impedimenti, qualora il trattamento si basi sul consenso e sia effettuato con mezzi automatizzati. Il diritto di ottenere, inoltre, che i dati personali siano trasmessi direttamente dal Titolare ad altro Titolare, qualora ciò sia tecnicamente fattibile; - diritto di opposizione: ai sensi dell’articolo 21 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di opporsi, in qualsiasi momento, al trattamento dei dati personali che lo riguardano basati sulla condizione di legittimità del legittimo interesse, compresa la profilazione ove venisse effettuata, salvo che sussistano motivi legittimi per il Titolare di continuare il trattamento che prevalgono sugli interessi, sui diritti e sulle libertà dell’Interessato oppure per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;
- diritto a non essere sottoposto a un processo decisionale automatizzato: ai sensi dell’articolo 22 del Regolamento, l’Interessato ha il diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione ove venisse effettuata, che produca effetti giuridici che lo riguardano o che incida in modo analogo significativamente sulla sua persona, salvo i casi in cui: (i) tale decisione sia necessario per la conclusione o esecuzione di un contratto tra l’Interessato e un titolare del trattamento, (ii) l’Interessato abbia rilasciato il suo consenso esplicito, (iii) ciò sia autorizzata dal diritto dell’Unione o dello Stato membro cui è soggetto il Titolare. In ogni caso, un processo decisionale automatizzato non potrà riguardare i dati particolari di cui all’art. 9 del Regolamento salvo i casi espressamente previsti dall’art. 22 comma 4. L’Interessato potrà in ogni momento ottenere l'intervento umano da parte del titolare del trattamento, esprimere la propria opinione e contestare la decisione;
- diritto di revocare il consenso prestato in ogni occasione e con la stessa facilità con cui è stato fornito, senza che ciò pregiudichi la liceità del trattamento basato sul consenso prestato prima della revoca. L’esercizio da parte dell’Interessato dei suoi diritti è gratuito ai sensi dell’articolo 12 del Regolamento. Tuttavia, nel caso di richieste manifestamente infondate o eccessive, anche per la loro ripetitività, il Titolare potrebbe addebitare un contributo spese ragionevole, alla luce dei costi amministrativi sostenuti per gestire la richiesta, o negare la soddisfazione della stessa. Le richieste inerenti l’esercizio dei summenzionati diritti devono essere rivolte al Responsabile della protezione dei dati ai seguenti indirizzi di posta elettronica (albofamiglieaccoglienti@comune.ravenna.it). Si precisa che il Titolare, anche tramite le strutture designate, provvederà a prendere carico della richiesta e a fornire senza ingiustificato ritardo – e comunque, al più tardi, entro un mese dal ricevimento della stessa – le informazioni relative all’azione intrapresa riguardo alla richiesta. Tale termine può essere prorogato di due mesi, se necessario, tenuto conto della complessità e del numero delle richieste. Qualora il Titolare nutra dubbi circa l’identità della persona fisica che presenta la richiesta, potrà richiedere ulteriori informazioni necessarie a confermare l’identità dell’Interessato.

RECLAMO ALL’AUTORITÁ
L’Interessato che ritenga che il trattamento dei dati personali effettuato dal Comune di Ravenna avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento ha il diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, come previsto dall’art. 77 del Regolamento (Piazza di Montecitorio n. 121, 00186, Roma), o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).